Carrello 0 Prodotto Prodotti (vuoto)

Nessun prodotto

Spedizione gratuita! Spedizione
0,00 € Totale

Pagamento

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello. Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti (Tasse incl.)
Totale spedizione (Tasse incl.) Spedizione gratuita!
Totale (Tasse incl.)
Continua lo shopping Procedi con il checkout

Catalogo

Categorie

Produttori

Tipologia

Regione

Vitigno

Annata

Formato

Spedizioni
Alice Prosecco superiore  di Conegliano Valdobbiadene Spumante Extra Dry DOCG lt.0,750 Visualizza ingrandito

Alice Prosecco superiore di Conegliano Valdobbiadene Spumante Extra Dry DOCG lt.0,750

ALICE2

9,90 €


Tipologia Spumanti bianchi e rosati
Regione Italia - Veneto
Vitigno Glera
Annata s.a.
Formato Bottiglia (0,750 l)
Azienda Le Vigne di Alice

Azienda


Le Vigne di Alice

Pier Francesca Bonicelli e Cinzia Canzian hanno fondato Le Vigne di Alice nel 2005.

Appassionate di Prosecco e bollicine e con un’esperienza alle spalle nell’azienda di famiglia, hanno voluto dare inizio a questa avventura esprimendo il loro modo di intendere le bollicine.
Vi raccontano il loro stile di vita nella zona a nord est del Conegliano Valdobbiadene DOCG, esprimendo nei loro spumanti una grande passione per questo lavoro e per la loro terra.
Le Vigne di Alice rappresentano una piccola realtà, all’interno del territorio Prosecco Superiore, che fin da principio ha prodotto spumanti con una personalità ben precisa, un po’ fuori dal coro se vogliamo, ma a Cinzia e Pier Francesca importa di più studiare, sperimentare, vedere quali sono e saranno le possibilità espressive di questo vitigno autoctono, la Glera appunto.

Il nome di Alice è quello della nonna, evocativo, espressione di un vagare continuo, di una ricerca; lo slogan Life is a bubble – La vita è una bollicina quasi una filosofia di vita di queste due donne venete.
I loro spumanti sono dialoghi non monologhi, parlano di coraggio, di sfide, di emozioni e soprattutto di ciò che piace a loro: un’idea di bollicine che nell’Alice va oltre l’impatto olfattivo ruffiano e piacione dell’extra dry comune e che invece sorprende in bocca. 

Il Doro Brut ha pure una sua personalità meno spigolosa ma incisiva allo stesso modo. 
E quindi accanto ai metodi charmat ecco nascere il Metodo Classico .G solo da uve Glera.
Il perché di questa ricerca lo da Cinzia convinta che un territorio per crescere debba anche osare, debba sperimentare e trovare nuove strade all’eccellenza. 
Il metodo classico può fare la differenza in un territorio come questo, la differenza rispetto alle produzioni fuori zona e di pianura, a dimostrare che il valore di questi Prosecco DOCG sta nella fedeltà a questa terra e alla sua storia enologica. 
Assaggiare ogni tre, quattro mesi questo vino, il Metodo classico appunto, per capire cosa sta succedendo, per capire come si evolve è affascinante.